La memoria dell’acqua

La memoria dell’acqua è uno spettacolo itinerante e site-specific, dedicato alle storie del Grande Fiume, alla sua fantasia e alle sue incredibili ricchezze naturali: lo spettatore verrà accompagnato nelle aree golenali e lungo gli argini per lasciarsi avvolgere da leggende e memorie d’acqua, scoprire creature fantastiche ormai estinte o da molto dimenticate e ascoltare storie di donne e uomini che per secoli hanno abitato le rive del più grande fiume d’Italia. Narrazioni, canti, leggende, antichi mestieri, aneddoti e storie più vere del vero emergono nel corso di una passeggiata che scorre a passo lento, durante la quale imparare a cogliere e riconoscere la preziosa biodiversità del territorio, il valore del suo paesaggio e il suo patrimonio storico e culturale unico. La memoria dell’acqua è immaginata come un’esperienza immersiva, rivolta a un pubblico di tutte le età. Nel corso della camminata sono previste alcune soste: attori e performer attenderanno il pubblico per narrare storie o per sorprendere il loro sguardo aggirandosi tra la natura con speciali travestimenti e mascheroni.

Il titolo trae origine da alcuni bizzarri esperimenti scientifici che cercarono di dimostrare come l’acqua fosse in grado di mantenere un “ricordo” delle sostanze con cui era venuta in contatto, di conservare la memoria di ciò che attraversava e che la attraversava: da questa ispirazione nasce l’idea dello spettacolo, con l’obiettivo di riscoprire e valorizzare il patrimonio storico e naturale del grande fiume, educare al rispetto e all’uso consapevole dell’acqua, valorizzare le periferie e salvaguardare la memoria popolare orale dal lento oblio nel quale si sta perdendo.

***********************

PROSSIME DATE

Sabato 2 dicembre 2023, alle ore 15, partirà in piazza Pepoli a Stellata di Bondeno (FE), sotto la torre civica, lo spettacolo itinerante La memoria dell’acqua. Quella di Stellata è la prima tappa di un lungo viaggio che porterà il prossimo anno la compagnia Officina Teatrale A_ctuar ad attraversare da est a ovest il fiume Po, in compagnia di artisti, naturalisti e storici.

Nell’evento di Stellata, finanziato dalla Regione Emilia Romagna, con il patrocinio del Comune di Bondeno, saranno coinvolti nella veste di ciceroni e co-organizzatori, i responsabili delle Associazioni Bondeno cultura e del Gruppo Archeologico di Bondeno, che apriranno eccezionalmente per gli spettatori il prezioso Museo Ferraresi e la Rocca possente, oltre a mostrare gli angoli nascosti del piccolo paese, i suoi argini e le sue aree golenali.
L’evento si terrà anche in caso di maltempo, al coperto. Lo spettacolo ha una durata approssimativa di un ora e mezza, è gratuito e consigliato ad un pubblico dagli 8 anni in su. È previsto in loco un punto ristoro. Si consiglia la prenotazione a foleferraresi@gmail.com.

L’illustrazione è opera di Cristiano Grandi.

I commenti sono chiusi